Main container

Indicazioni per l'accesso ed il ricovero nella fase post-Emergenza covid-19

Questa sezione è dedicata all'informazione agli utenti sulle disposizioni da seguire per

  1. l'accesso all'ospedale e alle sedi ambulatoriali (ospedale, nuova palazzina, poliambulatorio) per pazienti, accompagnatori, visitatori;
  2. l'accesso al reparto da parte di accompagnatori/caregiver e visitatori;
  3. il ricovero presso l'ospedale Rizzoli (sia da parte di pazienti residenti o domiciliati in Emilia-Romagna, sia da parte di pazienti provenienti da fuori Emilia-Romagna).

Le informazioni pubblicate sono soggette a variazioni frequenti, vi invitiamo quindi a consultare questa pagina regolarmente o a rivolgervi all'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP).

A seguito dell'emergenza covid-19, dell'attualità epidemiologica e delle normative vigenti, in particolare della Circolare del Ministero della Salute del 01/01/2023 - Aggiornamento Circolare “Interventi in atto per la gestione della circolazione del SARS-CoV-2 nella stagione invernale 2022-2023” e della Nota della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare della Regione Emilia-Romagna del 30/12/2022 avente come oggetto: “Indicazioni per l’accesso degli utenti/visitatori/personale nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali (a partire dal 1° gennaio 2023)", a ogni paziente, eventuale accompagnatore/caregiver e visitatore, è richiesta particolare attenzione alle regole dell'Istituto e alle indicazioni degli operatori sanitari nelle varie aree di attività.
Non è più presente il controllo del check point e non viene più richiesta la certificazione green pass.

All'interno dell'istituto permane l'obbligo di utilizzo di idoneo dispositivo di protezione delle vie aeree, mascherina di tipo chirurgico o di capacità filtrante superiore.
Viene raccomandata una opportuna e frequente igienizzazione delle mani con il gel idroalcolico fornito negli appositi supporti negli spazi comuni e in particolare nelle aree di attività sanitaria.

1. Accesso di visitatori/accompagnatori all'ospedale, ai reparti e al Pronto Soccorso

1.1 Visitatori/accompagnatori presso i reparti

VISITATORI. Già a partire dal 10 marzo 2022 è consentito l'accesso ai reparti di degenza ai visitatori esterni. L'utente visitatore, indossata idonea mascherina e igienizzate le mani, può accedere alla degenza nell'orario di visita previsto dal Reparto.
L’accesso è comunque consentito ad un solo visitatore per paziente durante l'orario di visita.
Al visitatore può essere richiesto di attenersi ad ulteriori misure igieniche in base alle condizioni cliniche del paziente che intende visitare. In presenza di particolari situazioni cliniche presenti nel reparto o in situazioni di criticità/emergenza l'accesso ai visitatori può essere temporaneamente sospeso. 

ACCOMPAGNATORI/CAREGIVER. Nel caso in cui il paziente ricoverato necessiti della presenza continuativa di un accompagnatore (es. minori o persone con gravi disabilità certificata secondo legge 104/92), questo dovrà essere sottoposto a screening per COVID-19 con tampone nasofaringeo al momento del ricovero con le stesse modalità previste per il paziente e dovrà trattenersi presso l’unità operativa per tutta la durata del ricovero seguendo le indicazioni del personale. Eventuali deroghe dovranno essere concordate con il personale responsabile dell’unità operativa.

1.2 Visitatori/accompagnatori presso i reparti PEDIATRICI

Nei reparti pediatrici è prevista la possibilità di permanere in modo continuativo vicino al minore; è però consentita la presenza di un solo genitore/altra persona di riferimento per ciascun minore ricoverato.
Come previsto per gli accompagnatori nei reparti per adulti, il genitore/altra persona di riferimento dovrà essere sottoposto a screening per COVID-19 con tampone nasofaringeo e dovrà trattenersi presso l’unità operativa per tutta la durata del ricovero. Eventuali deroghe o alternanza di accompagnatori (ad es. nel caso di un ricovero che superi i consueti tempi medi), dovranno essere concordate con il personale responsabile dell’unità operativa.

1.3 Visitatori/accompagnatori a degenti in isolamento per COVID

Nelle stanze di isolamento per pazienti positivi a SARS-CoV-2 non sono di norma ammesse visite. Eventuali deroghe per circostanze gravi e specifiche devono essere formalmente motivate e autorizzate dalla Direzione Sanitaria. 

1.4 Accompagnatori presso il PRONTO SOCCORSO

Nelle aree di attesa del Pronto Soccorso è concesso l'accesso di un solo accompagnatore per paziente.
In caso di sovraffollamento o particolari situazioni di criticità, il personale potrà limitare la presenza degli accompagnatori richiedendone l'arresa in altri spazi comuni dell'ospedale o all'esterno.
E’ sempre garantita la permanenza degli accompagnatori/caregiver di minori, disabili gravi (ai sensi dell’art. 3, comma 3, Legge 104/1992), paziente allettato, presenza di barriere linguistiche.
Durante la permanenza è fatto obbligo a pazienti ed accompagnatori di indossare i dispositivi di protezione delle vie aeree e adottare le misure igienico sanitarie previste.

2. Accesso ai servizi ambulatoriali e prestazioni diagnostiche (area ospedaliera e area poliambulatorio)

Agli accompagnatori di utenti (al massimo uno per utente) che si recano a visite ambulatoriali e/o prestazioni diagnostiche è fatto obbligo di indossare idonea mascherina a protezione delle vie aeree.
In caso di sovraffollamento o particolari situazioni di criticità, il personale potrà limitare la presenza degli accompagnatori richiedendone l'arresa in altri spazi comuni interni o all'esterno.
E’ sempre garantita la permanenza degli accompagnatori/caregiver di minori, disabili gravi, paziente allettato, presenza di barriere linguistiche.

3. Pazienti con ricovero programmato al Rizzoli

Per accedere al regime di ricovero sono necessari due tamponi per la ricerca di Virus SarsCov2 con esito NEGATIVO.

Viene richiesto il mantenimento di tutte le misure opportune a limitare le possibili esposizioni, sia nei giorni precedenti i tamponi che nei successivi fino all'ingresso in reparto.

1° tampone entro i 7 giorni precedenti la data prevista per il ricovero da effettuarsi autonomamente presso il proprio luogo di residenza, Regione/Provincia di provenienza.
  • Questo tampone può essere di tipo antigenico effettuato nelle Farmacie o nei laboratori attrezzati rilascianti referto.
    - NON sono idonei test casalinghi autoprodotti, ovvero senza referto, e non sono necessari test sierologici su sangue.
  • È cura del paziente richiederne l’esecuzione a proprio carico presso le Farmacie, oppure tramite il proprio medico curante.
  • Fermo restando che il ricovero è subordinato all’esito negativo, la comunicazione dell’esito va effettuata al numero verde 800 298 009 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 14).
  • Il referto, in originale, va poi presentato al momento del ricovero.

Nel caso in cui non si riuscisse ad eseguire il tampone o risultasse positivo, il paziente non perde la priorità acquisita in lista di attesa e l’intervento viene riprogrammato appena possibile.

2° tampone entro le 48 ore precedenti il ricovero da effettuarsi presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli.
  • Questo secondo tampone viene prenotato dalla Segreteria ed eseguito i giorni precedenti l’ingresso.
  • Il tampone viene eseguito all’esterno della struttura ospedaliera in modalità Drive-Through. I pazienti si devono presentare in automobile (via G.C. Pupilli 1 – 40136 Bologna) e, seguendo l'apposita segnaletica, raggiungere la clinica mobile ubicata nel piazzale antistante la chiesa di San Michele in Bosco. I pazienti che arrivano in autobus possono raggiungere a piedi la clinica mobile (sita nei pressi del capolinea della linea bus n° 30).
  • Per la corretta identificazione è necessario esibire un documento di identità in corso di validità e la tessera sanitaria.
  • Una volta eseguito il tampone il paziente deve rispettare il dovuto riguardo, compreso l’utilizzo di mascherina e igienizzazione delle mani, evitando ogni occasione di possibile contagio fino all’ingresso in reparto.

In caso di esito NEGATIVO non vengono effettuate comunicazioni da parte del reparto e il paziente può presentarsi direttamente per il ricovero all’orario precedentemente concordato.
In caso di esito POSITIVO, il paziente viene contattato dal reparto e posto in isolamento dall’Igiene Pubblica, secondo le disposizioni vigenti. Il paziente non perde la priorità in lista di attesa e l’intervento verrà riprogrammato appena possibile.

N.B. In caso di particolari difficoltà o esigenze del paziente, previ accordi con la Segreteria, anche il 2° Tampone antigenico potrà essere effettuato autonomamente e a carico del paziente. In tal caso il referto in cartaceo dovrà essere tassativamente presentato al momento del ricovero e incluso nella documentazione clinica del ricovero.

Tali tamponi e indicazioni si applicano anche agli accompagnatori di minori o di adulti non autosufficienti che permarranno stabilmente nel reparto in base alle specifiche necessità e secondo quanto preventivamente concordato con le segreterie di reparto.

Documenti e video allegati