Main container

Pronto soccorso di Argenta: arriva il Fast–track

Attese più brevi per i casi ortopedici meno complessi grazie alla collaborazione fra AUSL di Ferrara e IOR

24 Luglio 2023

E’ un ‘pronto soccorso veloce’ per i casi a bassa complessità ortopedica e serve per ridurre i tempi complessivi di attesa in Pronto soccorso. Dopo Cento e Lagosanto ora il Fast track ortopedico arriva anche nell’ospedale di Argenta a partire da oggi, lunedì 24 luglio. Ma al “Mazzolani Vandini” la consulenza ortopedica sarà erogata dai professionisti dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna che, come noto, già operano in convenzione con l’Ausl di Ferrara, presso l’ospedale argentano.

Per Fast track ortopedico si intende la possibilità di indirizzare alcune tipologie di pazienti che presentano situazioni a bassa complessità direttamente dal triage del pronto soccorso allo specialista di riferimento. Il Fast track in pratica presenta il vantaggio di evitare la fase di stazionamento in pronto soccorso e dunque è stato pensato per migliorare i tempi di attesa. Si tratta di un percorso che viene attivato dallo stesso infermiere di triage che, secondo criteri clinici condivisi e predefiniti e anche dopo un’adeguata formazione, in stretta collaborazione con il medico, può inviare il paziente all’ambulatorio di riferimento affinché venga preso in carico, il prima possibile, dallo specialista.

Anche ad Argenta, dunque, dal lunedì al venerdì, i pazienti di pertinenza ortopedica ai quali sia stato assegnato, al momento dell’accettazione al triage del pronto soccorso, un codice di accesso alle cure ortopediche di colore bianco o verde saranno subito destinati al Fast track. Una volta trattati nel Fast track  torneranno in pronto soccorso per la chiusura del caso trattato.

L’ulteriore valore aggiunto in questo caso è dettato dal fatto che a il servizio viene attivato grazie alla presenza degli ortopedici dello Ior, che dal febbraio 2022 gestiscono un centro ortopedico all’interno del “Mazzolani -Vandini”.

Nell’ambito della collaborazione con l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, che sta funzionando molto bene e con ottimi risultati e soddisfazione per l’utenza, mettiamo in campo ora una sinergia grazie alla quale contiamo di incidere positivamente sul problema dei tempi d’attesa in Pronto soccorso – commenta la dottoressa Monica Calamai, direttrice delle Aziende sanitarie ferraresi -: i dati degli altri ospedali dimostrano che il Fast track, così come il See and Treat, non solo dà risposta più rapida ai pazienti direttamente coinvolti, ma è utile a sgravare il Pronto soccorso generale. Altro aspetto positivo è la collaborazione tra aziende sanitarie dell’Emilia Romagna: Ferrara, oltre che col Rizzoli, sta lavorando anche con il Sant’Orsola e l’Ospedale Maggiore di Bologna, rispettivamente per la chirurgia epatobiliopancreatica e per le Tavi, al fine di dare prestazioni sanitarie sempre più qualificate ai cittadini”.

Aggiunge il dottor Anselmo Campagna, direttore generale dell’IRCCS Rizzoli di Bologna: “L’attività del Rizzoli all’ospedale “Mazzolani Vandini”, dopo un anno e mezzo di continuo sviluppo in ambito ortopedico, anestesiologico e riabilitativo, si cimenta da oggi con questo ulteriore servizio per i cittadini, mettendo a disposizione le competenze specialistiche che caratterizzano il nostro Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. L’impegno per conferire al Polo ortopedico e riabilitativo Rizzoli-Argenta un ruolo di riferimento nel territorio grazie alla comune progettualità con l’Azienda Usl di Ferrara è confermato dall’avvio del Fast Track, che rappresenta una significativa esperienza professionale per tutto il personale sanitario coinvolto e un miglioramento di accesso ai servizi per i cittadini grazie alla celerità nella presa in carico e al minor tempo complessivo di gestione delle problematiche ortopediche”.

All’importante iniziativa il plauso della Regione, attraverso le parole dell’assessore alle Politiche per la salute dell’Emilia Romagna, Raffaele Donini: "L'ampliamento del Fast Track ortopedico ad Argenta in collaborazione con lo IOR Rizzoli di Bologna, dopo Cento e Lagosanto, va nella direzione di una presa in carico sempre più rapida ed efficace dei casi a bassa complessità, che è esattamente ciò che intende assicurare la riorganizzazione dell’emergenza-urgenza su cui il nostro sistema sanitario regionale sta lavorando. Non solo: la collaborazione tra due aziende su un tema così importante, dà il segno della coesione che caratterizza il nostro sistema sanitario regionale, un’organizzazione flessibile e virtuosa, che mette sempre al centro il paziente e i suoi bisogni".

Il comunicato dell'Azienda Unità Sanitaria Locale di Ferrara

Contatti

Ti potrebbe interessare anche

Particolare di San Michele in Bosco
VISTA PARADOX Prospettive culturali
Il nuovo progetto culturale di archiviozeta all’Istituto Ortopedico Rizzoli - San Michele in Bosco
Immagine dalla locandina di presentazione del libro "Notte di polvere"
Notte di polvere, un romanzo ambientato al Rizzoli
Martedì 18 giugno, ore 18 in sala Vasari, presentazione del libro con l'autrice
Attività di ricerca oncologica
Ricerca su nuova immunoterapia contro i sarcomi ossei
Frutto della collaborazione tra University College di Londra e Rizzoli di Bologna