Main container

Dr.ssa Mordenti Marina

Curriculum Vitae

Data di nascita
11/09/1975
Qualifica

Biotecnologo, Biologo, PhD

Incarico attuale

Ricercatore sanitario

Titoli di studio
  • Laurea Magistrale in Biotecnologie indirizzo Veterinario, Università degli Studi di Bologna
  • Dottorato di Ricerca in Discipline Anatomo-istopatologiche Veterinarie, Università degli Studi di Bologna
  • Laurea Magistrale in Biologia Molecolare e Cellulare, Università degli Studi di Bologna.
Altri titoli
  • Abilitazione all’esercizio della professione di biologo conseguito nel dicembre 2012 
  • Corso di alta formazione in Statistica Medica, 2021
Incarichi ricoperti
  • 2019 ad oggi: Ricercatore Sanitario presso la SC di Malattie Rare Scheletriche
  • 2010-2019: Ricercatore a contratto presso il Laboratorio CLIBI e presso la SC di Malattie Rare Scheletriche, Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna 
  • 2004-2010: Ricercatore a contratto presso il Laboratorio CLIBI e la SSD di Genetica Medica, Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna 
  • 2008-2010: Professore a Contratto per il Corso integrato ‘Bioinformatics for Medical Genetics’ - Università di Bologna)
  • 2003-2007: Dottorando presso il Modulo di Genetica, Istituto Ortopedico Rizzoli e presso l’Università di Bologna
  • 2002-2004: Assegnista di Ricerca presso il Laboratorio di Oncologia Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna
  • 2001: Under-graduate student presso NCI - NIH, Bethesda (MA) USA
Lingue

Buona conoscenza della lingua inglese scritta e parlata

Tecnologie
  • Ottima conoscenza del sistema Windows e del pacchetto Office.
  • Realizzazione e gestione di strumenti informatici volti alla raccolta e analisi di dati clinici, genetici e genealogici di pazienti affetti da patologie ereditarie.
  • Conoscenza molto buona di standard, ontologie e vocabolari del settore biomedico e dei processi di armonizzazione ed interoperabilità dei dati.
  • Buona conoscenza delle banche dati online e dei software di gestione ed analisi di dati genetici.
  • Conoscenza della fotografia digitale e dei programmi di elaborazione di immagini.
Attività didattica
  • Lezioni frontali per il corso integrato ‘Bioinformatics for Medical Genetics’, presso la Facoltà di Scienze - Università di Bologna.
  • Attività di tutorato e formazione del personale.
  • Correlatore di tesi di laurea sperimentali.
Attività scientifica

Principali attività:

  • gestione e coordinamento registri di patologia
  • studi di storia naturale e correlazioni genotipo-fenotipo
  • studi di medicina personalizzata tramite machine learning 
  • sviluppo e gestione di piattaforme digitali e database
  • stesura e partecipazione a progetti nazionali ed internazionali
  • supporto alla gestione della Biobanca e dei relativi dati
  • referente privacy per la ricerca nel Gruppo Aziendale Privacy
  • redazione di protocolli di ricerca, di consensi e schede informative e di altra documentazione legata alla privacy

Autore di pubblicazioni scientifiche su riviste impattate internazionali e di revisore scientifico.

Progetti:

  • WP leader del Progetto: EuRR-Bone - European Registry for Rare Bone and Mineral Conditions.
  • Staff Member dei progetti: 
  • ERN BOND -European Reference Network on Rare Bone Diseases
  • EJP-RD - European Joint Programme on Rare Diseases
  • Rare2030 - Participatory Foresight in Rare Disease Policy
  • 4FRAILTY – PON Sicilia 
  • Tecnopolo project
  • SUPER: Supercomputing Unified Platform – Emilia-Romagna

Premi ricevuti:

  • Computerworld Honors Program Laureate (Washington DC, 2010) per il progetto BioMIMS di cui responsabile
  • Smarter Planet Leadership Series (Barcellona, 2011) per la sezione Pedigree Visualization and Analytics Platform di BioMIMS di cui responsabile.
Interessi clinici e/o scientifici

Registri di patologia, malattie rare scheletriche, studi di storia naturale, data management e database, correlazioni genotipo-fenotipo, privacy, biobanche, genetica clinica.

Studi Clinici

Studi clinici promossi dal professionista.

Studi clinici
EuRR-Bone: Registro Europeo per le malattie rare scheletriche e per le anomalie della mineralizzazione
Leggi tutto
Contenuto aggiornato il
20/04/2022 16:18