Main container

Strumentario per Impianto di Inserti Ossei

Fase brevettuale
ESTERO
Europa: Belgio, Svizzera, Germania, Francia, Regno Unito, Italia, Olanda
Titolarità

100% Istituto Ortopedico Rizzoli

Numero di priorità
102018000002438
Parola chiave
chirurgia

Contatti

Descrizione

Bone Lock

INTRODUZIONE

L’applicazione di innesti ossei nelle ossa lunghe è sfruttata nelle moderne tecniche chirurgiche al fine di ricostituire la continuità dell’osso stesso, a seguito di eventi traumatici, o di esiti di rimozioni di masse tumorali. Tali innesti, che ricostituiscono anatomicamente e funzionalmente l’osso, possono sia derivare da donatore, sia essere costituiti di materiale artificiale. Operativamente, si procede alla resezione della zona problematica tramite uno strumento di taglio, creando sulla superficie di taglio dei due monconi una zona destinata al contatto con il nuovo innesto. Questa tecnica non è esente da problematiche, prima tra tutte che essendo le superfici dei due monconi realizzate mediante tagli manuali, difficilmente saranno sovrapponibili a quella dell’innesto. Questa è una delle prime cause del fallimento dell’impianto, in quanto l’assenza del contatto ottimale viene rende difficile la ricrescita del nuovo osso.

Brevetto Strumentario per Impianto di Inserti Ossei - immagine

CARATTERISTICHE TECNICHE

Scopo della presente invenzione è quello di fornire uno strumentario per l’impianto di sostituti ossei che consenta di superare gli inconvenienti sopra descritti. Inoltre, sempre il medesimo strumentario, permette anche l’innesto pratico e preciso dell’impianto tra i due monconi di osso adeguatamente preparati. 
In termini pratici, l’invenzione consiste di una serie di guide di taglio scorrevoli, tramite le quali è possibile fare un resezione precisa e ripetibile sia dell’osso da rimuovere, sia dell’innesto da impiantare tra i due monconi. Inoltre, le stesse guide di taglio, funzionano anche da supporto dell’innesto nel momento in cui questo viene fissato ai due monconi di osso, facilitando l’inserzioni di viti e placche di fissaggio. Lo strumentario, dunque, rende più facile l’operazione di innesto del sostituto osseo e, allo stesso tempo, permette di creare superfici precise sull’interfaccia osso/innesto, aumentando la loro superficie di contatto e garantendo così continuità e stabilità dell’impianto.

APPLICAZIONI

  • innesti di ossa lunghe;
  • rimozione di masse tumorali;
  • revisione di pseudoartrosi;
  • chirurgia di urgenza post-trauma.

VANTAGGI

  • pratico;
  • facilitazione delle operazioni chirurgiche;
  • aumento della stabilità dell’impianto;
  • diminuzione dei fallimenti dell’impianto.

Inventori

Ti potrebbe interessare anche

Brevetto
Dispositivo di Posizionamento per Sonda Ecografica
Dispositivo di posizionamento per sonda ecografica adatto ad essere utilizzato prevalentemente su un ginocchio di un paziente. Il Brevetto ancora non è ancora uscito dal periodo di segretezza. Non è ancora possibile pubblicare informazioni più dettagliate. Per informazioni contattare Nicola Fazio.  
Leggi tutto
Brevetto
Nanomateriale Composito a base Staminale per la Rigenerazione Tissutale
Nanomateriale Composito a base Staminale per la Rigenerazione Tissutale INTRODUZIONE L’osteoartrite colpisce 40 milioni di europei con un impatto notevole sulla sanità nazionale pari a ~ 50.4 miliardi di euro all’anno. La malattia comporta la degenerazione cartilaginea e articolare causando dolore e disabilità. I metodi chirurgici attuali prevedono approcci invasivi e ripetuti nel tempo. Questa invenzione è un materiale composito, rilasciato da una 3D Bioprinter, che consente la rigenerazione tissutale in situ sfruttando la stimolazione ultrasonica esterna, senza bisogno di interventi multipli. CARATTERISTICHE TECNICHE L’invenzione vuole sostituire il bisogno di iniezioni ripetute per la rigenerazione dei tessuti e/o gli interventi chirurgici per la sostituzione dell’intera giunzione articolare. L’invenzione infatti è un materiale composito a base organica rilasciato da una stampante 3D integrata in un tool artroscopico. Il materiale composito viene inserito una volta sola nel sito di interesse, e consente di rigenerare il tessuto attraverso la stimolazione esterna del sito d’intervento, anche a distanza nel tempo senza dover intervenire chirurgicamente ogni volta che si palesi la necessità del trattamento. Inoltre è stato pensato un sistema di gestione del trattamento in maniera intelligente e integrata a App per il monitoraggio a distanza da parte di personale specializzato. Questo avrebbe un impatto notevole considerando che la necessità di ospedalizzazione per pazienti anziani potrebbe essere evitata o quantomeno ridotta nel tempo grazie al monitoraggio a distanza. APPLICAZIONI Chirurgia miniinvasiva; Chirurgia in artroscopia; Trattamento osteoartrite; Trattamento malattie degenerative; Trattamento rigenerativo mediato da staminali. VANTAGGI Dispositivo minimamente invasivo; Elevata aderenza alla terapia; Elevato controllo della terapia; Controllo a distanza della terapia e del decorso; Nessun disturbo nel quotidiano del paziente; Elevata compatibilità con gli standard tecnologici del futuro, IOT e Machine Learning.
Leggi tutto
Brevetto
Ortesi piede-caviglia con asse di rotazione flottante
Nuovo Tutore a Movimento Fisiologico per la Caviglia INTRODUZIONE L’invenzione consiste in un’ortesi (tutore) articolata particolarmente innovativa dal punto di vista cinematico. Questa è qui sviluppata inizialmente per l’articolazione di caviglia, tra il piede e la gamba, ma che può altresì essere applicata anche al ginocchio o al gomito con le opportune variazioni. Il dispositivo è progettato per le situazioni cliniche dove il movimento deve essere limitato alla flessione, mentre negli altri piani anatomici sono consentiti solo piccoli movimenti complementari adeguatamente contenuti; tipicamente per periodi successivi ad eventi traumatici, o precedenti o successivi a trattamenti ortopedici o riabilitativi. CARATTERISTICHE TECNICHE L’innovazione, rispetto ai dispositivi esistenti, risiede in un sistema di collegamento tra le due parti rigide dell’ortesi che consente il movimento fisiologico dell’articolazione dell’utente solo in flesso-estensione, limitando in maniera definita e controllata gli altri cinque gradi di libertà articolare. Questo è ottenuto con uno speciale giunto che guida il movimento attorno all’asse naturale di rotazione, consentendo una dinamica naturale del movimento alla caviglia, e allo stesso tempo contenendo e proteggendo opportunamente l’articolazione da ogni altra rotazione e traslazione indesiderata, dovute a fattori involontari o accidentali. Ciò consente di salvaguardare, per il periodo ritenuto necessario, le strutture anatomiche lesionate o trattate prima di ritornare possibilmente al loro funzionamento naturale. La disponibilità di un modello anatomico tridimensionale dell’arto del paziente, rilevabile tramite scansione, insieme alla conoscenza delle caratteristiche cinematiche naturali del soggetto e alle possibilità di regolazione dello speciale giunto di collegamento, permettono una progettazione del tutore completamente personalizzata, nonché ottimizzata per gli aspetti di resistenza meccanica e leggerezza. Il tutore potrà successivamente essere realizzato sia tramite produzione in serie a basso costo, sia utilizzando le moderne tecniche di fabbricazione additiva (stampa 3D). In pratica, l’invenzione rende disponibile così un nuovo tutore articolato che garantisce una maggiore efficacia dal punto di vista terapeutico-riabilitativo, abbinato ad un maggiore comfort per l’utente e ad un ottimo contenimento del dolore. POSSIBILI APPLICAZIONI •    Patologie articolazione di caviglia; •    Patologie articolazione di ginocchio; •    Patologie articolazione di gomito. VANTAGGI •    Riproduzione del movimento naturale dell’articolazione tibiotarsica e sottoastragalica; •    adattabilità a qualsiasi utente e personalizzazione rispetto alle sue specifiche esigenze; •    ottimo comfort; •    notevole contenimento del dolore; •    maggior efficacia dal punto di vista terapeutico-riabilitativo; •    facilità di regolazione; •    leggerezza; •    elevata durata; •    costruzione in serie semplice e a basso costo, ma anche con la tecnologia della stampa 3D.  
Leggi tutto